Close
SUAP e SUE: tanto semplici da metterci la firma …digitale

SUAP e SUE: semplici da metterci la firma …digitale

Per le aziende di ogni tipo e dimensione, il tempo è un fattore-chiave di competitività e successo.

Per questa ragione, gli adempimenti burocratici sono spesso percepiti come un rallentamento o un impedimento.

Sono innumerevoli le occasioni in cui un responsabile d’impresa deve interagire con più Enti Pubblici, in virtù delle loro specifiche competenze: dal manager di una multinazionale impegnata a riconvertire un impianto, al piccolo imprenditore che vuole avviare una nuova attività, fino al titolare di una ditta artigiana che vuole integrare nuovi macchinari nel proprio laboratorio.

E così via anche per procedure di localizzazione, ristrutturazione, riattivazione o cessazione produttiva.

Per tutti loro, esiste il SUAP – cioè lo Sportello Unico per le Attività Produttive – che semplifica e velocizza le interazioni con le amministrazioni pubbliche: dalla semplice Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) fino a procedimenti complessi che richiedono molteplici autorizzazioni, ad esempio, da parte di Regioni, ASL, ARPA o Vigili del Fuoco.

 

Attività produttive: cos’è e come funziona il SUAP

 

La creazione e il funzionamento dei SUAP sono a carico di ogni singolo Comune che, in caso di impossibilità organizzativa e pur mantenendone la responsabilità, può delegarli alla Camera di Commercio competente per territorio. Mettendo a disposizione infrastrutture fisiche, software applicativi e servizi di assistenza, il SUAP Camerale permette la completa gestione telematica delle pratiche, molto più rapidamente d’un tempo.

Anche grazie all’integrazione di servizi di Digital Trust, quali l’identità e la firma digitale.

Alcuni dati proprio dei SUAP Camerali danno un’idea del loro contributo: ad agosto 2021, erano 3.985 gli sportelli attivi per 577.036 pratiche gestite dall’inizio dell’anno, con un incremento del 41% rispetto al corrispondente periodo del 2020.

Attraverso l’apposito portale, si può accedere al proprio SUAP tra i circa 8000 esistenti (inclusi quelli in delega alle Camere di Commercio).

L’accesso (o la registrazione, in caso di prima volta) avviene mediante identità digitale, ad esempio utilizzando le soluzioni di ID InfoCamere che – con CNS Carta nazionale dei Servizi inclusa – permette l’autenticazione.

Sul sito web, l’imprenditore – indicando il settore d’attività e il tipo di operazione da compiere – visualizzerà lo specifico form da compilare, in modalità assistita, per creare la pratica SUAP.

Il modulo deve essere sottoscritto digitalmente: ad esempio, ancora mediante ID InfoCamere, la firma digitale garantita proprio dalle Camere di Commercio, puoi farlo in tutta comodità, anche da casa.

Se eventuali allegati sono caricabili prima dell’invio, ulteriori documenti integrativi sono comunque trasmissibili in seguito, sempre online.

La procedura permette di pagare diritti e altri oneri via pagoPA e, soprattutto, di ricevere/visualizzare poi tramite SUAP i documenti e i pareri di tutti gli Enti coinvolti nella pratica.

Gli atti tra utenti e SUAP vengono conservati a norma e possono essere esibiti su richiesta.

 

Il SUE: per l’edilizia, semplicità operativa sin dalle fondamenta

 

Anche il SUE, lo Sportello Unico per l’Edilizia gestito dalle Camere di Commercio, riduce adempimenti e tempi delle pratiche, ma nello specifico settore delle costruzioni: ad esempio, per richiedere un Permesso di Costruire (PDC), inoltrare una Comunicazione di Fine Lavori (CFL) o presentare un’istanza di Autorizzazione Paesaggistica Ordinaria (APO).

Come per il SUAP, i procedimenti sono avviati mediante registrazione e/o accesso al portale con la propria identità digitale.

La redazione dei moduli è persino più intuitiva, perché facilitata da sistemi automatici di compilazione: ad esempio, recuperando informazioni da pratiche presentate in passato o inserendo automaticamente dati catastali e indirizzo degli immobili, grazie all’integrazione con catasto e stradario comunale.

Poi è sufficiente firmare digitalmente prima dell’invio.

Peraltro, il SUE consente non solo il pagamento online di diritti e altri oneri tramite pagoPA ma è tra i primi servizi pubblici ad essere abilitati a @e.bollo, la marca da bollo digitale.

Un sistema che costruisce efficienza, mattone dopo mattone.

Consenso all'utilizzo dei cookies

Fai click su "Accetta" per consentire l'utilizzo dei cookies analitici e di profilazione per aiutarci ad analizzare l'utilizzo del nostro portale e per inivarti suggerimenti in linea con le tue esperienze.
Se non desideri che i cookie vengano impiegati a tale scopo, fai click su "Rifiuta" e potrai proseguire nella navigazione con i soli cookie tecnici (necessari per il funzionamento del sito).